La “quiete dopo la tempesta”… iniziale trattamento intensivo e successivo utilizzo di farmaci “sicuri”

Enrico Pergolizzi

SSD Malattie Endocrine e Diabetologia, Ospedali Riuniti di Pinerolo (TO), ASL TO3

Il signor Giuseppe viene inviato alla nostra osservazione dal MMG per il riscontro di una marcata iperglicemia associata a una sintomatologia tipica dello scompenso glicemico acuto.

Ha 74 anni, pensionato, è affetto da ipertensione arteriosa, ben controllata con l’utilizzo di ramipril, e da FA in trattamento con metoprololo e dabigatran.

Scarica il PDF