La terapia con microinfusore oggi: cosa considerare per una scelta appropriata dello strumento?

Angela Girelli 1, Paolo Di Bartolo 2

1 Dirigente Medico, Responsabile Tecnologie e Terapia del Diabete Tipo 1, U.O.Medicina indirizzo Metabolico e Diabetologico, Dipartimento della Cronicità, A.S.S.T degli Spedali Civili, Brescia; 2 Direttore UO di Diabetologia, Rete Clinica di Diabetologia Aziendale, Dipartimento Internistico di Ravenna, A.Usl della Romagna

Una nuova revisione sulla terapia insulinica
con microinfusore: perché?

Era il 2002 quando su Diabetes Care David S. Shade e Virginia Valentine in un editoriale molto interessante tentavano di dare una risposta all’amletico dilemma “To Pump or not to Pump”. Si cercava, in altre parole, di delineare quale fosse la convenienza e per quali pazienti questa fosse rilevante per l’adozione di una terapia insulinica sottocutanea continua con micropompa (CSI).

Da allora il dilemma non è stato mai risolto definitivamente, numerosi RCT, revisioni sistematiche HTA hanno confrontato la terapia con microinfusore con la migliore terapia insulinica multidose (MDI) con risultati non sempre coerenti e a volte discordanti. Sono passati quasi 20 anni e ci troviamo ancora oggi nelle necessità di capire quando suggerire ai nostri pazienti una terapia con microinfusore, ma lo scenario e i motivi per i quali ci si pone oggi la domanda sono sostanzialmente differenti: se le alternative da porre a confronto fino a pochi anni fa erano solo CSII e MDI, oggi viviamo nel mondo delle nuove formulazione insuliniche, analoghi ad azione ultralenta e ultrarapida dell’insulina, viviamo nel mondo del monitoraggio realtime continuo della glicemia, viviamo nell’era dei sistemi integrati microinfusore-sensore, infine vivremo nell’era del pancreas artificiale, ma per i nostri pazienti il bisogno della terapia con un microinfusore sarà sempre presente.

Nonostante gli scenari siano decisamente diversi oggi rispetto al 2002, la domanda rimane, quindi, attuale e pertinente e il dilemma merita una risposta declinata nell’era nel quale oggi viviamo.

Scarica il PDF